News da Battistini e Sirri

PERDITE SU CREDITI: verifica del modesto importo sulla singola fattura

Per le perdite su crediti di modesto importo (euro 2.500 se volume d’affari inferiore a 100 milioni; euro 5.000 se volume superiore) rileva il totale della singola fattura; il confronto con la soglia di euro 2.500 si effettua distintamente per ogni singolo credito anche se il totale del cliente supera il tetto. Queste nuove regole valgono dal 2012 anche per i crediti scaduti da oltre 6 mesi prima di tale anno. (Circ. 26/E del 01/8/2013). La deduzione richiede il preventivo utilizzo, se esistente, del fondo svalutazione crediti in essere ai sensi dell’art. 106 Tuir e l’imputazione della perdita a conto economico (deducibile fiscalmente) per la differenza non coperta dal relativo fondo. Per i crediti di modesto importo (2.500 secondo le condizioni sopra esposte) la deducibilit√† fiscale della perdita non necessita di ulteriori dimostrazioni.